Studio Dentistico Cacciamani - logo

IMPLANTOLOGIA

IMPLANTOLOGIA

Impianto dentale: le risposte a tutti i tuoi dubbi

Che cos’è un impianto dentale? Come funziona? Quali sono le tipologie di impianto dentale più comuni?

L’impianto dentale diventa spesso una necessità con l’avanzare dell’età. Anche se sono sempre più diffusi e alla portata di tutti, le persone hanno ancora molte paure in merito. Proviamo ad affrontare insieme questo argomento: risponderemo a tutti i dubbi!

Che cosa sono gli impianti dentali?

Gli impianti dentali sono dei dispositivi odontoiatrici che sostituiscono uno o più denti mancanti. Hanno una funzione masticatoria, fonatoria, estetica e permettono di mantenere gli altri denti in linea l’uno con l’altro. 

Per i nostri pazienti di Pregnana Milanese rappresentano la possibilità di tornare al piacere del cibo in totale serenità. Ma hanno anche altre funzioni molto importanti! Una volta perso un dente infatti, i denti vicini tendono a spostarsi lentamente: questo rende più difficile la pulizia quotidiana e aumenta il rischio di parodontiti

La maggior parte degli impianti dentali viene realizzata in titanio puro, un materiale che permette alle cellule del nostro osso di produrre nuovo osso attorno all’impianto stesso. In questo modo, l’impianto sarà stabile all’interno del nostro tessuto osseo. 

Oltre a ciò, si tratta di un materiale perfettamente compatibile, anallergico e incredibilmente resistente. Per queste ragioni, la percentuale di successo degli impianti in titanio puro è del 99%.

Studio Dentistico Cacciamani - Impianti

Come funziona l’impianto dentale?

Ma come fanno questi impianti a sostituire un dente mancante? Questo avviene grazie alla capacità del nostro corpo di accettare un corpo estraneo e di farlo diventare parte integrante di sé. Questo processo comincia una volta che l’impianto è stato posizionato e necessita di una condizione particolare: l’impianto deve rimanere stabile al suo posto. 

Durante il processo di osteointegrazione le nostre cellule producono nuovo materiale osseo che serve a incollare un impianto all’osso circostante. Affinché funzioni, è necessario ridurre al minimo eventuali micro-movimenti, che potrebbero mettere in pericolo il processo di osteointegrazione.  

Per questo motivo, soltanto in anni recenti sono nate riabilitazioni implantari che permettono di fissare una protesi su quattro o sei impianti nell’arco di ventiquattro ore. Questo perché la protesi assicura la stabilità dell’impianto e lo mantiene fisso al suo posto. 

La tradizionale tecnica a carico differito, infatti, prevede una fase di 3 o 4 mesi, senza una protesi che copra l’impianto, in modo da diminuire la possibilità di micro-movimenti che potrebbero danneggiare il processo di osteointegrazione.

Quali sono le tipologie di impianti dentali più comuni?

Sopra abbiamo già accennato alle due tipologie di impianto dentale più comuni: 

  • l’implantologia a carico immediato 
  • l’implantologia dentale a carico differito 

L’impianto a carico immediato infatti permette di fissare la protesi fissa sugli impianti subito dopo l’intervento chirurgico. Questa tecnica ha grandi vantaggi per il paziente: la comodità, l’essere sottoposti a un minor numero di interventi chirurgici e il costo. 

Il protocollo a carico differito invece prevede una durata molto più lunga: ci vogliono infatti circa due o tre mesi per poter fissare la protesi fissa sull’impianto. Anche se più invasivo rispetto al carico immediato, ci sono situazioni in cui è l’unica soluzione possibile per poter fissare un impianto dentale.

Quali sono le fasi di un impianto dentale a carico differito?

Le fasi di un impianto dentale a carico differito sono: 

  1. La pianificazione dell’intervento 
  2. L’intervento chirurgico con inserimento dell’impianto 
  3. Dopo 7 giorni, la rimozione dei punti di sutura e inserimento della protesi mobile
  4. L’inserimento dell’abutment 
  5. Dopo 5 mesi, l’inserimento di una seconda protesi provvisoria, da utilizzare per altri 2 mesi 
  6. Applicazione della protesi fissa
Studio Dentistico Cacciamani - Implantologia

Impianti dentali: i rischi e le controindicazioni

Molti dei nostri pazienti di Pregnana Milanese hanno paura dei potenziali rischi di questo intervento chirurgico. Uno dei rischi di cui si parla più spesso è il rischio di rigetto. In realtà, non esiste il rigetto in implantologia, perché il nostro organismo non rigetta il titanio puro in alcun modo. 

È più corretto parlare di insuccesso del processo di osteointegrazione. Può avvenire a causa di un errore di valutazione da parte del dottore, della mancata osservanza dei protocolli di sterilità oppure se si utilizzano impianti di bassa qualità. In alcuni casi, può accadere se il paziente non ha seguito le istruzioni del medico per quanto riguarda l’alimentazione e l’igiene post operatoria.

Chi non può fare un impianto dentale?

Al giorno d’oggi la maggior parte delle persone può eseguire un impianto dentale. Tuttavia, vi sono dei casi in cui questo può avvenire solo dopo un’attenta visita medica. La maggior parte di questi casi riguarda persone che hanno: 

  • diabete scompensato 
  • patologie a carico del sistema cardiovascolare 
  • patologie di coagulazione 
  • patologie di metabolismo osseo 

Anche in questi casi, ci sono molti pazienti che possono avere un impianto dentale. Esistono nuove tecniche di chirurgia orale, come l’innesto osseo dentale o l’implantologia zigomatica, che permettono anche a chi soffre di atrofia ossea di tornare a mangiare in totale serenità. 

Perciò, è sempre consigliato rivolgersi a un dentista e far analizzare il proprio caso da personale competente e aggiornato rispetto alle ultime tecniche chirurgiche.

Contattaci per prenotare un appuntamento presso il nostro studio dentistico a Pregnana Milanese!

Scopri come rendiamo ogni trattamento più efficace e meno invasivo!

CONTATTACI

Blog

Approfondimenti, curiosità, aggiornamenti. Non perderti i nostri articoli sul benessere e l’estetica del sorriso e rimani al passo con tutte le ultime novità dei nostri trattamenti!

Studio Dentistico Cacciamani - Galleria 6

The standard Lorem Ipsum passage, used since the 1500s “Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt …